C’è un limite per l’allattamento?

Il latte materno è il nutrimento perfetto per il bimbo appena nato (e non) la natura ha fatto sì che il nostro corpo magicamente produca i nutrimlimite allattamentoenti di cui il nostro pupo ha bisogno adattandosi ad ogni fase della sua crescita. Quello che mi colpisce di più sul funzionamento del corpo della donna è che se si prova ad analizzare i nutrimenti del latte di due mamme che allattano nella stessa fase di crescita del bambino i componenti nutrizionali sono diversi perché adatti “ad hoc” al lattante, affascinante, no?

L’OMS sostiene che l’ideale sarebbe riuscire ad arrivare al 6° mese con l’allattamento esclusivo, rafforzando e coprendo così la parte più importante della crescita dei cuccioli. Dopo il sesto mese, quando è previsto lo svezzamento si aggiungono alla tabella alimentare dei pupi altri alimenti complementari ma il latte materno dovrebbe rimanere sempre la scelta prioritaria. Una volta avviato lo svezzamento, i pediatri consigliano almeno due o tre poppate al giorno: latte a colazione, a merenda ed eventualmente anche prima di andare a nanna. Personalmente, è questo il modo con cui io e la mia cucciola andiamo avanti, oggi a quasi un anno due anni. La verità è che ad un certo punto, quando la tetta non è più esclusiva, l’allattamento materno diventa, non solo nutrimento specifico, ma anche coccole e momenti di calma e rassicurazione, cosa fondamentale per lo sviluppo emotivo dei cuccioli, non solo di un anno ma anche di due, tre o più…ebbene si. L’allattamento materno, se portato avanti in modo naturale, favorisce l’autonomia, l’indipendenza e lo sviluppo emotivo dei piccoli.

Se si sceglie di prolungare l’allattamento o meglio, di portarlo avanti in modo naturale, si può andare avanti in questo modo finché mamma e bambino lo vogliono…. L’Organizzazione mondiale della salute raccomanda di prolungarlo almeno fino ai due anni.

In sintesi diciamo che non c’è un limite stabilito per l’allattamento materno, finché c’è lo stimolo del pupo, il latte ci sarà, e finché questo momento viene vissuto serenamente da mamma e bimbo l’allattamento può proseguire non solo per molti mesi ma anche per anni. Il latte materno sarà sempre, anche dopo l’anno, dopo i due, ecc…fonte di nutrienti importantissimi per il pupo (grassi, calcio, vitamine, sali minerali..) adatti e giustissimi per i suoi bisogni.

Potrebbe anche esserti utile conoscere i gruppi di sostegno all’allattamento, leggi qui!

Condividi queste informazioni importanti con altre mamme, cliccando su condividi 🙂

RominA

4 pensieri su “C’è un limite per l’allattamento?

  1. Tania says:

    Credo di essere davvero propensa a portare avanti l’allattamento prolungato, soprattutto per il benessere del mio piccolo e sicuramente anche per la nostra serenità. L’unico dubbio che mi sorge è se il piccolo non richiede è comunque possibile un prolungamento senza che lui ne sia forzato?
    Ti ringrazio di rendere noto questo argomento perché credo che non tutti siano a corrente di questa meraviglia.

    • RominA says:

      Ciao Tania e grazie del tuo commento! 🙂
      Come dicevo nel post, l’allattamento è un momento non solo di nutrimento ma anche di intimità fra mamma e cucciolo, una serenità che deve essere condivisa, dal mio punto di vista deve esserci la volontà da parte di entrambi di continuare l’allattamento. Se il cucciolo non richiede più è perché lui si sente pronto a lasciare il seno di mamma e credo che in quel momento ci tocchi “accettare” la sua scelta, difficile per noi mamme, ma giusta nei suoi confronti…Questo nel caso si parli di allattamento prolungato. E’ un’altra storia se si parla di allattamento nei primi sei mesi, in questo caso si può risolvere in numerosi modi 🙂

  2. Marzia says:

    Anche io sono una grande sostenitrice dell’allattamento materno: non solo è l’alimento più nutriente e completo per i pargoli, ma rappresenta anche un momento speciale di conoscenza, coccole e amore. Pesare la mia bimba ogni settimana e vedere la sua crescita grazie al mio latte mi ha fatto sentire orgogliosa e speciale e sempre più convinta che allattare faccia bene a entrambi 🙂

Rispondi a Marzia Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *